REAL FESTIVAL 2018…. cambia forma

Questa’anno REAL Festival vuole cambiare forma. Si mette “a servizio” e si  pone su un piano di riflessione con il convincimento che l’approfondimento dei temi è la condizione per poter costruire…

Leggi →

29 0ttobre – Manifestazione a Adria contro la centrale di Porto Tolle

Dopo la grande vittoria referendaria contro il nucleare la sfida per costruire un’alternativa energetica, che vada nel senso di pensare l’energia come un bene comune, passa attraverso l’opposizione all’incremento della produzione di energia tramite il carbone. Prima tappa importante nella costruzione di questa battaglia è la Giornata di mobilitazione contro il carbone del 29 ottobre…

NO ! alla DISCARICA a Monte di Malo

Passeggiata e Musica per dire NO ! alla DISCARICA a Monte di Malo Presentazione della manifestazione di domenica 16 Ottobre da parte di Luca Bassanese: “Monte di Malo è un luogo magico, ricco di storie e di Vita. Un luogo dove i sassi e le pietre parlano e ci raccontano la storia di secoli passati. Un…

Come guidare il default italiano

di Guido Viale 5 / 10 / 2011 Il fallimento di uno Stato (il cosiddetto default) non è un evento  puntuale ma un processo. L’evento puntuale è la dichiarazione con cui lo Stato comunica che non intende più o non è più in grado di pagare  alcuni dei suoi debiti: cioè di rimborsare alla loro…

La protesta di Wikipedia: no alla legge bavaglio!

5 / 10 / 2011 Cara lettrice, caro lettore, in queste ore Wikipedia in lingua italiana rischia di non poter più continuare a fornire quel  servizio che nel corso degli anni ti è stato utile e che adesso, come al solito, stavi cercando. La pagina che volevi leggere esiste ed è solo  nascosta, ma c’è…

Assemblea pubblica verso la manifestazione del 15 ottobre a Roma Costruiamo l’alternativa!

Siamo indignati : -per i governi europei che, stretti tra la crisi e le politiche liberiste e monetariste imposte dalla Bce e dall’Fmi, accettano di essere esautorati delle funzioni democratiche per diventare semplici amministratori dei tagli della spesa sociale, delle privatizzazioni, della precarizzazione del mondo del lavoro e della costruzione di opere faraoniche, incuranti dell’ambiente…